LA NUOVA TENDENZA: LA CASA CHE DIVENTA PALCOSCENICO

Negli ultimi anni si sono affermate nuove tendenze che hanno letteralmente cambiato le nostre abitudini, infatti, oltre ai viaggi condivisi in macchina o biciclette, la sharing economy ha investito la sfera intima delle case.

DAL PUBBLICO AL PRIVATO

Di conseguenza, per molti italiani la propria abitazione non è più solo un luogo privato ed intimo, ma diventa il posto in cui condividere, con persone sconosciute, una serata all’insegna dell’imprevedibilità.

IL COUCH SURFING

Dal couch surfing, termine anglofono che letteralmente significa “fare surf sui divani”, fino a mostre e concerti, la casa diventa una fonte di guadagno ma anche il luogo che favorisce la creazione di nuovi nodi amicali. Nonché luogo del secret concerts, ossia delle esibizioni musicali riservatissime da ascoltare stando seduti sul pavimento o sul divano di casa.

LA NUOVA ATTRAZIONE: LE CASE PRIVATE

Che la casa sia divenuta il centro di attrazione per nuove e più coinvolgenti esibizioni, trova fondamento in una ricerca, condotta da immobiliare.it, che rivela che il 68,5% degli italiani manifesta la propria disponibilità ad aprire le porte della propria casa per un evento.

Ma che tipo di evento? Non di certo una semplice birra tra amici, ma mostre di artisti novelli, concerti, presentazioni di libri e chef per allietare pranzi e cene; il tutto ‘condito’ dalla compagnia di estranei. Il motivo di questa apertura è, per la maggior parte delle persone interpellate, legato alla possibilità di garantirsi una nuova modalità di guadagno. Tuttavia, una percentuale più bassa (circa il 21,8% delle persone ascoltate) ha dichiarato che aprirebbe casa per condividere la propria passione per l’arte e la buona musica con cultori affini senza il bisogno di dover uscire, oltre alla possibilità di intessere nuove e più interessanti conoscenze.

PORTE APERTE MA…

Tuttavia, almeno una parte della casa deve rimanere non accessibile, lo dichiara 57,9% degli intervistati. In particolare, le camere da letto devono rimanere inesplorate, mentre restano di libero accesso bagni e cucine. Infine, l’indagine sfata l’idea che le feste in casa possano favorire litigi con il vicinato, la percentuale di chi ha dichiarato di aver incontrato problemi è molto bassa (circa il 10%).

Ed ora, se anche tu hai voglia di sperimentare qualcosa di nuovo ed emozionante organizzando un evento a casa tua, non ti resta che collegarti su Eventi per dare il via a questa nuova esperienza!

Resta in contatto con la community

Iscriviti ora e crea il tuo Evento!

Non perdere il prossimo Evento!

Ci siamo!

CONTATTACI

X
CONTATTACI